Il mobile e l’arredamento è senza dubbio un aspetto del gusto di un’epoca del modo scelto dall’uomo per vivere nella propria casa.

Basta dire il nome dell’architetto inglese Robert Adam e subito ci si affaccia l’esilità elegante del neoclassicismo di radice pompeiana dei suoi mobili e dei suoi arredi, fatti di legni biondi e di stoffe chiare. Allo stesso modo se diciamo il nome del lombardo Maggiolini, amato anche da Napoleone, sappiamo subito riferirci ai mobili di linea geometrica, ben proporzionati nel loro modulo fissato sul quadrato fatti di legni caldi e scuri, con intarsi finissimi di legni colorati e graduali decorazioni.Si passa dalla vivacità dei mobili laccati eseguiti in stile veneziano, all’intaglio ornamentale che riconduce al barocco per arrivare allo sfarzo assoluto adottato dal Piffetti.